9 categorie di integratori che ti aiuteranno a performare il tuo organismo

Ogni giorno, io integro in media dai 3 ai 6 integratori naturali, tipo: (aloe vera, maca, spirulina, miele, garcinia cambocia, bacche di goji, ed altri ancora che variano). La maggior parte li inserisco tutti nella colazione perché è il 50% del fabbisogno giornaliero, il corpo la mattina ha bisogno di integrare alimenti con alto contenuto nutritivo.

Gli integratori sono alimenti destinati a integrare la comune dieta e costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive o in grado di sostenere la nostra alimentazione dove noi siamo carenti nel farlo.

Reperibili in varie forme, come ad esempio capsule, bustine, compresse, e flaconcini, contribuiscono al benessere dell’organismo, Si tratta di prodotti predosati, e possono contenere una sola sostanza o più sostanze.

Si distinguono dagli alimenti quotidiani poiché questi ultimi sono prodotti alimentari arricchiti con nutrienti e sostanze che svolgono un ruolo biologico attivo. Altamente carichi di nutrienti.

9 categorie di integratori che ti aiuteranno a performare il tuo organismo

La finalità degli integratori è quella di fornire nutrienti e altre sostanze con effetto fisiologico a supporto delle normali funzioni dell’organismo. In nessun caso, inoltre, devono essere utilizzati in sostituzione a una dieta bilanciata e salutare. Contribuiscono al mantenimento di un buono stato di salute.

In particolare, nelle situazioni in cui aumenta il fabbisogno di alcune sostanze come ( gravidanza, sforzo mentale, allenamento, operazioni, carenze nutritive, stanchezza, depressione e altro…) o ancora per sostenere l’organismo o delle diete. Questi integratori si suddividono in 9 categorie:

  1. Gli acidi  grassi: presenti nel nostro organismo si suddividono in saturi e insaturi. E’ ormai stabilito che un eccessivo apporto di grassi saturi, presenti negli alimenti di derivazione animale, aumenta il rischio cardiovascolare. Gli insaturi invece, si ricavano da fonti vegetali e da fonti marine  (pesce, alghe, krill) e contribuiscono al controllo dei livelli di colesterolo. Per questo si consiglia la sostituzione nella dieta dei grassi saturi con gli insaturi proprio allo scopo di mantenere livelli normali di colesterolo nel sangue. I più importanti sono polinsaturi essenziali, così detti perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli e devono essere quindi introdotti con la dieta. Si tratta dell acido linoeico (precursore degli omega 6) e alfa-linolenico (precursore deglio omega 3); il primo si ricava dagli oli di arachide, mais, girasole, soia e noci, mentre il secondo, meno comune, è presente nelle noci , e nagli oli di semina di soia e di lino. Entrambi contribuiscono a mantenere livelli corretti di colesterolo nel sangue.
  2. Gli aminoacidi: sono molecole organiche indispensabili per la vita. Sono i “mattoni” delle proteine le quali, a loro volta, svolgono diverse funzioni: molt proteine non sono altro che gli enzimi necessari per tutti i processi metabolici. La principale fonte alimentare di aminoacidi è costituita dagli alimenti di derivazione animale (carni, uova, prodotti caseari) ma anche da alcuni alimenti vegetali legumi, semi oleosi ed altro.
  3. Le fibre: si rivelano utilissime utilissime sia per l’intestino, sia per ridurre i livelli di colesterolo e di zuccheri nel sangue. Si distinguono in solubili, ottime per chi ha colesterolo alto e iperglicemia, e fibre insolubili, che assorbono acqua e così facendo aumentano la massa fecale, ottimo perché migliora il transito intestinale delle feci.
  4. I fitosteroli: sono gli oli tipo, oli di semi (mais e soia) ma anche di grano, arachidi, pistacchi, mandorle, noci e altri vegetai. L’assunzione di fitosteroli riduce i livelli di colesterolo nel sangue.
  5. I sali minerali: presenti nella maggior parte dei cibi naturali, svolgono un ruolo importantissimo per il buon funzionamento dell’ organismo. Sono essenziali per il calcio, ferro, magnesio, potassio, selenio, rame, zinco e fosforo che servono per la costruzione di ossa e denti, capelli, unghie, fertilità, funzioni sessuali, funzioni visiva, sistema immunitario e tanto altro.
  6. I probiotici e prebiotici: nel nostro organismo sono presenti batteri di fondamentale importanza per la nostra salute, detti batteri buoni come flora batterica intestinale o microbiota intestinale. Questi batteri sono importanti perché favoriscono l’assorbimento di nutrienti che assumiamo attraverso il cibo, ma anche perché essi producono vitamine e altri nutrienti. Importanti anche perché costituiscono un’efficacie sistema difensivo contro l’aggressione di batteri cattivi e quindi rinforzando il sistema immunitario.
  7. Le piante ed estratti: producono una serie di sostanze, necessarie per la nostra depurazione del nostro organismo e disintossicarlo.
  8. Gli antiossidanti: svolgono un ruolo fondamentale nel mantenere l’efficacia delle difese enzimatiche antiossidanti. Con il cibo si assumono micronutrienti dotati di azione antiossidante ottime per la costruzione di strutture cellulari e di tessuti del nostro corpo
  9. Le vitamine: sono sostanze organiche essenziali, che si assumono attraverso il cibo o integratori. Si devono assumere tutte e 13 giornalmente per garantire un corretto funzionamento dell’organismo.

Per saperne di più sugli integratori da prendere o magari, sei interessato a quelli che io uso quotidianamente nella mia colazione, puoi tranquillamente scrivermi in privato e darti tutte le informazioni necessarie per acquistarli dandoti quelli migliori e di qualità sopratutto.

Un saluto 😉