naturaaloe
Aloe vera barbadensis miller la storia

Luca Cancian  autore del libro: (LA VERA ALOE, Il segreto del benessere). L’uso corretto della pianta Medicinale più utilizzata dall’uomo nei secoli.

Da sempre interessato alle piante medicinali, e un Medico italiano, radiologo e oncologo che continua ad occuparsi di fitoterapia e, quando lo ritiene opportuno, propone ai suoi pazienti rimedi naturali, generalmente in associazione alle terapie con i farmici di sintesi, poiché crede in una visione “integrata” della medicina.

Laureato in Medicina e Chirurgia, specializzato in Radiologia- Radioterapia Oncologica presso  l’Università di Padova e in Oncologia Medica presso l’Università di Ferrara. Responsabile dell’ Unità Operativa Semplice di Alta Tecnologia presso la Radiologia diagnostica dell’Ospedale regionale Ca’ Foncello.

Il dott. Luca Cancian nel suo libri descrive come oggi, nonostante medicine e farmaci siano molto efficaci per la cura di disturbi e malattie, il loro utilizzo a lungo termine implica effetti collaterali per il paziente. Di conseguenza un numero maggiore di consumatori e specialisti stanno tornando sui loro passi per prendere in considerazione coadiuvanti tradizionali, spesso naturali, accantonati per molto tempo.

L’Aloe Vera sta quindi suscitando nuovamente un forte interesse poiché può dare beneficio sia al nostro benessere che al nostro stile di vita . Sempre più spesso le rubriche di salute dei più autorevoli giornali nazionali pongono l’accento sugli effetti benefici dell’Aloe Vera. La popolarità e l’impiego dell’Aloe in aree climatiche dove essa non cresce è possibile solo grazie ad un processo che prende il nome di stabilizzazione. Per fare un esempio : se si taglia una mela e la si lascia a contatto con l’aria , si noterà che il frutto assume un brutto colore . Questo è esattamente ciò che succede anche con l’Aloe Vera. Nelle aree desertiche il gel contenuto all’interno della foglia è ben protetto dalla carnosa scorza verde esterna che previene la perdita di idratazione e la protegge dagli agenti atmosferici.

 


Aloe vera barbadensis miller la storia

L’Aloe Vera Barbadensis Miller è una pianta succulenta della famiglia delle Aloeaceae. L’uso dell’aloe è molto antico, come testimoniato da Padre Romano Zago, nel suo libro Di cancro si può guarire, ha divulgato una ricetta a base di Aloe Vera e Miele, con cui ha alleviato le sofferenze a molte persone malate di cancro.

Un importante documento che testimonia l’utilizzo della pianta nei tempi più remoti è il Papiro di Erbes, del XV sec. a.C. che prende il nome dall’egittologo tedesco Georg Erbes che lo scoprì e decifrò nel 1858. Trattasi di un’importante testimonianza storica sull’uso della fitoterapia nella cultura egiziana, una sorte di farmacopea ante litteram che registra circa un centinaio di piante medicinali, tra cui l’aloe appunto, con attenta descrizione dei suoi molteplici utilizzi nel campo medico, nel campo della cosmesi, e addirittura, era nota e utilizzata anche presso gli egizi, vantava proprietà addirittura immortali: questa pianta aiutava i faraoni defunti a trovare il cammino verso la terra dei morti nei procedimenti di imbalsamazione e mummificazione dei corpi, l’aloe assicurava una lunga vita al corpo mummificato del faraone..

Per Cleopatra, l’utilizzo dell’ aloe, associato ai bagni di latte, era prodigioso per la sua bellezza.

Gli antichi Romani sfruttavano l’Aloe per le sue proprietà cicatrizzanti: era utilizzato sottoforma di balsamo lenitivo e cicatrizzante per il trattamento delle ferite di guerra dei soldati. Testimonianze storiche riportano che ai tempi di Alessandro Magno il succo di aloe è stato oggetto di numerosi scambi commerciali tra i Paesi che si affacciavano sul Golfo Persico e sul Mar Rosso, poiché considerato un prodotto molto prezioso.

A questo link troverai altre informazioni sui vasti benefici dell’aloe

Per ALOE s’intende, in realtà, non un tipo ma un genere di piante. Sono note più di 350 varietà di ALOE , di cui soltanto tre o quattro possono vantare notevoli proprietà salutari e medicinali.

Originaria dell’Africa si è diffusa nelle Americhe grazie alle spedizioni dei coloni verso il nuovo Continente, prediligendo il clima caldo umido dell’America centrale. Dal 1950 è presente in larga misura in Texas, Arizona e Florida ma si coltiva anche in Messico e nel Sud America.

 


La giusta Aloe Vera Barbadensis Miller

L’aloe Vera (Barbadensis Miller) è una pianta grassa che contiene nelle foglie una polpa carnosa ricca di “Mucopolisaccaridi” (MPS), una classe di zuccheri necessari alla vita delle nostre cellule e vengono prodotti dal nostro organismo solo fino all’età di 10 anni.

Uno dei MPS , l’Acemannano, è un potente regolatore del sistema immunitario, stimola i globuli bianchi a produrre agenti immunitari quali “Interferoni” e “Interleuchina”.

I benefici dell’Aloe Vera al nostro organismo

L’aloe vera agisce in armonia con l’organismo senza forzare il suo naturale equilibrio.

Agendo in modo naturale, questo elisir di lunga vita, si concentra sul ristabilire la salute e sulla prevenzione. Ricostituire l’organismo con l’uso di integratori alimentari naturali, richiede pazienza ed alcuni cambiamenti sul proprio stile di vita.

In oltre l’aloe vera barbadensis fa parte della tipologia delle piante Nutraceutica.

Affrontiamo meglio questo argomento perché pochi in  realtà sanno cosa significa questo termine:

Nutraceutica” nasce dalla fusione dei termini “nutrizione” e “farmaceutica”, per indicare la disciplina che indaga tutti i componenti o i principi attivi degli alimenti con effetti positivi per la salute, la prevenzione e il trattamento delle malattie. Invece di mangiare e curarsi, ecco come curarsi mangiando. La Nutraceutica ha un compito complesso e fondamentale: sgombrare il campo dalle approssimazioni e approcciare l’argomento con la scientificità e il rigore che merita. Che effetti hanno? La gamma di possibilità offerta dal consumo di nutraceutici è sterminata: si va dal mantenimento del benessere alla prevenzione delle patologie cardiovascolari e degenerative, possono rafforzare il sistema immunitario e regolare le funzioni intestinali, o essere d’aiuto a fini sportivi e cosmetici.

Concediti l’aloe vera almeno tre mesi affinché il tuo organismo possa beneficiare di tutte le sue proprietà ed avere i suoi vasti benefici sul corpo.

Composizione chimica dell’ Aloe Vera

L’aloe vera contiene più di 200 componenti.

  • Polisaccaridi, Monosaccaridi,
  • Vitamine: (vitamina A, C, E, quelle del gruppo B, acido folico),
  • minerali: (ferro, rame,calcio, magnesio, zinco, cromo, potassio, sodio, manganese, selenio, fosforo, germanio),
  • zuccheri semplici: monosaccaridi (mannosio, glucosio),
  • aminoacidi essenziali e non essenziali: acidi grassi, steroli vegetali, ormoni vegetali, fosfolipidi (colina, inositolo),
  • enzimi: fosfatasi, creatina fosfochinai, amilasi, catalasi, cellu-lasi, transaminasi, proteasi, lipasi
  • Zuccheri complessi: mucopolisaccaridi in particolare: glucomannani, mannani e mannani acetilati (cioè legati a residui dell’acido acetico) come l’acemannano: svolgone un’azione immunomodulante, antinfiammatoria e cicatrizzante.
  • Antrachinoni come l’aloina A, in particolare l’aloina B (barbaloina): hanno un’attività disintossicante, fortemente lassativa. La barbaloina si distingue per il sapore molto amaro e per l’odore fortemente acre.

Mucopolisaccaridi nell’aloe

I mucopolisaccaridi vantano una potenzialità straordinaria anche nello stimolare il sistema di difesa dell’organismo, proteggendolo da eventuali attacchi di agenti patogeni.

potenzialità antiossidanti: sembra proprio che il loro potere anti-radicalico sia sfruttato anche per rallentare il processo di invecchiamento cellulare.

La moderna ricerca ha dimostrato come l’attività benefica dell’Aloe vera sia dovuta proprio all’azione sinergica di tutti i componenti dell’intera foglia.

Gli studi più recenti sono incentrati a dimostrare la capacità del gel di Aloe nel prevenire l’ischemia dermica progressiva causata da radiazioni e da ustioni, e l’efficacia del gel nel trattamento delle ulcere diabetiche, delle ulcere croniche e della Psoriasis vulgaris. Vasti benefici anche nel rinnovare la pelle.


Controllo del peso con l’  Aloe Vera

La maggior parte dei rimedi per la perdita di peso in passato hanno avuto numerosi problemi. Diete drastiche e un’eccessiva attività fisica hanno avuto ripercussioni gravi sullo stato generale di benessere di molte persone.

Un apprezzamento crescente sul potenziale della natura e dei suoi rimedi ha portato sempre più persone alla scoperta delle proprietà dell’Aloe Vera per la perdita di peso.

In primo luogo, il gel di Aloe Vera, facilita la digestione aiutando il sistema immunitario e aiuta a ripulire il tratto digestivo, esercitando un’azione disintossicante e antinfiammatoria per intestino tenue e colon.

Problemi evidenti a causa di un colon sofferente sono la mancanza di energia, problemi respiratori, alito cattivo, acne e pelle secca, per citarne alcuni.

Aloe Vera è anche un efficace agente non solo per ridurre, ma anche per stabilizzare l’indice di massa corporea.

L’Aloe Vera riduce il tempo di transito del cibo attraverso l’intestino.

Alimenti altamente trasformati e raffinati che sono comuni nelle diete di oggi, mancano di fibre e passano attraverso il sistema lentamente, permettendo alle tossine di essere assorbite dall’organismo.

L’Aloe Vera ha forti proprietà antibatteriche e anti fungine nei confronti di una vasta gamma di microbi.

Gli aminoacidi metionina, serina e treonina, presenti nell’Aloe Vera, forniscono una potente attività disintossicante. Essi aiutano nel corretto metabolismo dei carboidrati, grassi e proteine evitando così l’accumulo di grasso nel fegato e nelle arterie.

L’Aloe Vera aiuta a espellere l’acqua in eccesso nelle cellule. Quindi è utile in molti problemi renali, come calcoli renali, minzione dolorosa.

Una delle ragioni principali della perdita dei capelli sono le tossine nell’intestino. L’azione disintossicante dell’Aloe Vera. porta alla rimozione di queste tossine e aiuta a porre rimedio a questo problema.

 

L’Aloe Vera è sicuramente il rimedio ideale per uno snello e sano stile di vita!


E’ importante affrontare l’argomento disintossicazione.

Poiché l’aggiunta di aloe in questo processo di detox favorisce l’eliminazione delle tossine dall’organismo, l’aloe vera viene usata anche per dranare inizialmente possono verificarsi piccoli disagi quali: irritazioni cutanee, mal di testa, gonfiori alla pancia, nausea, stanchezza e dolori diffusi.

A volte può verificarsi un temporaneo peggioramento dei disturbi. Considera questi sintomi come una naturale reazione dell’organismo al rilascio delle tossine.

Se i disturbi dovessero essere troppo intensi puoi diminuire il dosaggio oppure sospendere temporaneamente l’assunzione dell’aloe vera per alcuni giorni e poi riprendere gradualmente.

Se usa l’aloe vera per medicare ustioni, ferite o punture d’insetto, pulisci l’epidermide prima di applicarla. Il suo forte potere penetrante potrebbe veicolare residui di sporco negli strati profondi della ferita.

 


Quale Aloe Vera scegliere, il mio coniglio più importante:

In questi casi la certificazione del prodotto deve essere molto importante, tenendo presente che bisogna ingerirla.

Tra le numerose certificazioni dei prodotti dell’Aloe, la conformità agli standard IASC- International Aloe Science Council (www.iasc.org) è senza dubbio la più autorevole e garantisce la qualità e la purezza dell’Aloe contenuto nei prodotti finiti. Per ottenere tale certificazione sono analizzate tutte le fasi di produzione: i terreni di coltivazione delle piante, i metodi colturali utilizzati, le foglie raccolte, gli stabilimenti di produzione dei semilavorati, che devono rispettare gli standard igienici e le norme di buona fabbricazione, gli stabilimenti che lavorano i prodotti finiti, ed essere analizzato da un laboratorio indipendente scelto dal medesimo ente certificatore IASC, e in fine anche l’edichettatura finale del prodotto è sottoposta a rigidi controlli e deve essere tale a garantire un’informazione chiara, veritiera e completa sul prodotto.

Anche il contenitore deve essere all’altezza per proteggere il prodotto nel suo interno dalla luce e dalle materie di cui è composto il contenitore, in modo da non deteriorare il prodotto nel suo interno (plastica e vetro sono esclusi per contenere l’aloe vera).

Se sei interessata all’uso dell’aloe ti posso consigliare dove l’acquisto io, che per adesso è la migliore sul mercato perché rispecchia tutti questi quesiti.

Per altro puoi sempre scrivermi un saluto, Pier.