Calcolare il tuo peso ideale con IMC

Il peso ideale

La qualificazione del numero di chili che un individuo deve perdere o guadagnare  non è mai compito facile. La stima del  peso ideale per molti nutrizionisti, ha criteri diversi, spesso mediati da informazioni intuitive derivanti dalla pratica clinica.

Chiunque si occupi di nutrizione sa che le persone che hanno dei chili da perdere spesso hanno la tendenza a sminuire o sottovalutare il problema. In ciò sono frequentemente aiutate da informazioni false o scorrette che vengono fornite da giornali o riviste popolari affermando che “tutte le diete sono uguali” che “in fondo un po’ di sovrappeso non ha mai fatto male a nessuno”. Ci sono persone che hanno fatto loro qualche concetto di “tanto 5-10 kg in più non sono niente, basta non mangiare dolci e magari non bere e si vanno a perdere” convinte che il proprio sovrappeso di 10-20 kg sia solo un eccesso di 5-8kg, quindi mentalmente non disponibili ad affrontare un serio programma di dimagrimento.

Il giusto controllo del peso.

Un primo controllo giusto ed esatto dello stato di forma nutrizionale è l’esame della composizione corporea o meglio “IMC” Indice di Massa Corporea e soprattutto la Percentuale di Massa Grassa.

Per valutare la nostra attuale situazione partiamo da due dati oggettivi:

  • peso
  • altezza

Il peso e l’altezza vanno presi per più giorni per il fatto che tra la mattina e la sera i dischi intervertebrali si schiacciano a causa della compressione del peso del corpo variando da 1-2 cm, come anche il peso varia a causa dell’idratazione, da quello che si mangia, dalla stagionalità, per le donne anche la fase del ciclo.

Calcolare il tuo peso ideale con IMC.

L’IMC è dato dal peso in kg, rapportato al quadrato dell’altezza in metri.

67,4/(1.75*1.75)=67,4/3=22

Dunque un uomo alto 1.75 e del peso di 67,4 avrà un IMC pari a circa 22. Questo indice fornisce un’informazione piuttosto generica che può mandarci anche fuori strada se non siamo in grado di interpretarlo correttamente. Il dato più affidabile però è fornito dalla misurazione della Massa Grassa. Il calcolo basato solo sull’altezza e peso ha dei limiti, ad esempio, non tiene conto dell’incidenza di masse muscolari ben sviluppate, della struttura fisica dell’individuo, della presenza di seni o gludei sviluppati o meno sviluppati. Il valore chiave che ci dà una reale misurazione dello stato di forma è, senza dubbio, la percentuale di massa grassa, che rappresenta  la percentuale del nostro peso corporeo costituita da grasso, sia viscerale che sotto cutaneo. Per rilevarlo ci sono degli strumenti tipo la plicometria ( misurazione delle pliche di grasso sottocutaneo con apposite pinze graduate) e l’impedenziometria (misurazione con appositi strumenti che inviano un segnale elettrico al corpo).

Una volta ottenuta una misurazione, questa va interpretata all’interno di un range di valori ideali per la salute dell’individuo. Indicativamente, un uomo ed una donna in perfetto stato fisico, con adeguate masse muscolari ben distribuite, e senza un filo di grasso in eccesso, avranno rispettivamente: l’uomo il 10-14% la donna 18-22% di massa grassa. L’oscillazione della donna è un po’ più ampia a causa della possibile presenza di seni e/o glutei. Questi strumenti gli usano la maggior parte dei nutrizionisti, nel caso volete effettuare un test.

Una volta misurata la percentuale di massa grassa, possiamo sapere quanto peso sia utile perdere in un’ottica di pieno ripristino della salute. A volte e anche possibile che sia necessario incrementare la sua massa muscolare magari di qualche kg.

Ti consiglio questo sito, che da la possibilità di conoscere inserendo i seguenti parametri di altezza e peso, calcolandoti in automatico il tuo peso ideale. Ovviamente ricordo che sono valori che hanno un ampia oscillazione per via di svariate circostanze come spiegato prima ma comunque possono dare una buona prospettiva.   Calcolo del peso

Se ti è piaciuto questo breve post, commentalo in base ai tuoi pareri e condividilo.