Filosofia del cibo sana alimentazione
Filosofia del cibo sana alimentazione

Da diversi anni la conoscenza dell’alimentazione sta assumendo un ruolo sempre più importante nella vita di tutti noi, non solamente all’interno di un più ampio stile sano contrapposto ad un’esistenza spesso frenetica ma anche come vera e propria filosofia del cibo.

La filosofia del cibo sana alimentazione.

La nostra alimentazione è stata molto modificata con l’avvento delle industrie, (la rivoluzione industriale), le prime aziende esistenti hanno cominciato a modificare il cibo naturale di questa terra, trasformandolo in un prodotto da assimilare più veloce e più a portata di mano.

Da quel momento le multinazionali hanno reso il cibo povero di qualità, oltre a tutto il cibo nocivo per l’uomo.

Da tempo alcuni scienziati sostengono che seguire una dieta povera di carne abbia effetti positivi sulla salute, in particolare prevenga tumori e malattie cardiovascolari. Ma il dibattito resta aperto. Di recente uno studio condotto nel Regno Unito su 45 mila persone – studio EPIC oxford – ha dimostrato che il 34% dei partecipanti – vegani o vegetariani, comunque con una dieta priva di carne – avevano un terzo delle possibilità in meno di ammalarsi di patologie cardiache. Il cuore di chi non mangia carne sembra essere più sano, a causa dei ridotti livelli di colesterolo e pressione arteriosa, due fattori di rischio molto importanti per questo tipo di malattie.

“L’uomo è il solo animale che può restare in termini amichevoli con le vittime che intende mangiare fino a quando le mangia.”

L’alimentazione del futuro è l’alimentazione vegetariana. Lo prevedono le statistiche quando affermano che in Italia nel 2050 la maggioranza della popolazione sarà vegetariana, negli ultimi tre anni il numero di vegetariani in Italia secondo le rilevazioni dell’Eurispes varia tra il 4,9% del 2013, il 6,5% del 2014 e il 5,7% 2015. Si dice che una dieta a base vegetale ben bilanciata, non solo soddisfa pienamente le esigenze nutrizionali dell’organismo in ogni fase del ciclo vitale, ma consente di soddisfare pienamente il gusto dei palati più esigenti grazie alla grande varietà di cibi da cui è possibile attingere.

“Il vegetarianismo non è soltanto una lotta contro la barbarie ma il primo gradino di un progresso spirituale.”

Il giusto equilibrio tra nutrienti e corpo.

Gli studi evidenziano come le vitamine e i minerali sono di basilare importanza per il corretto funzionamento di organi e apparati fondamentali del nostro corpo; di conseguenza, conoscere il contenuto di vitamine e minerali e di altri principi attivi nei vari alimenti ci può essere di grande aiuto nel realizzare l’alimentazione ottimale e nel raggiungere un equilibrio fondamentale ai fini del benessere psicofisico.

Un test d’indagine che può dosare i minerali necessari all’organismo ha il nome di mineralogramma, che effettua una vera e propria “biopsia cellulare” dell’organismo e si è in grado di determinare il livello dei vari sali minerali.

Quindi sapere e avere il giusto rapporto quotidiano di Sali minerali quali: (sodio, potassio, ferro, rame, magnese, zinco, cromo, selenio, calcio, magnesio, fosforo) che possiamo tranquillamente trovare negli alimenti quotidiani, ci garantisce un giusto equilibrio corporeo e non capitare di mangiare di più o di meno di quello che ci si pensa.

L’ANIC (Alimentazione Naturale Integrale Consapevole), consiglia l’utilizzo quantitativamente adeguato alle esigenze nutrizionali di ciascuno, un sistema completo e bilanciato di nutrizione a base vegetale, con le seguenti categorie di alimenti:

  • Frutta fresca, matura e di stagione
  • Verdure fresche (foglie, gambi, tuberi, frutti non dolci, fiori, radici, bulbi, erbe aromatiche)
  • Cereali integrali (farro, riso, frumento, orzo, avena, segale, granturco ecc…)
  • Legumi (ceci, lenticchie, soia verde, grano saraceno, fagiolini ecc…), alcuni dei quali anche germogliati oltre che cotti (fagioli e fagiolini non devono mai essere germogliati o mangiati crudi).
  • Semi e frutti oleaginosi (mandorle, nocciole, noci, semi di girasole, semi di zucca, semi di sesamo, pinoli), non tostati e non salati, in moderate quantità.

Per ciascuno di questi alimenti si preferisca sempre, quando possibile, la provenienza da coltivazioni naturali e biologiche.

Altri alimenti che possono aiutare per mantenere un giusto equilibrio alimentare sono:

  • Prodotti freschi (al posto di quelli conservati o surgelati).
  • Oli di condimento a crudo (di più quello di oliva)
  • Erbe aromatiche, per insaporire, stimolare la produzione di enzimi digestivi e approfittare di principi curativi che molte di queste piante possiedono.

Succo di limone fresco (per insaporire e per migliorare l’assorbimento di ferro).

Altri cibi essenziali possono essere quelli elencati in questo articolo